ORDINE SEGRETO

“Ordine segreto” Mostra personale di Tatsunori Kano (10/03/2012) Dopo aver sorseggiato una tazza di tè profumato ho cominciato a osservare le tue creazioni più recenti, alcune delle quali ancora in corso d’opera. Sono rimasto colpito innanzitutto dalle qualità visive e tattili della carta da te utilizzata come supporto della tua pittura: bianchissima come la coltre di neve che ricopriva il paesaggio esterno che si intravedeva anche dalle finestre del tuo atelier, non liscia e anonima ma ruvida, di una matericità stimolante e nel contempo riposante. Gli interpreti più sensibili della tua arte hanno evocato giustamente l’importanza del vuoto nelle tue creazioni, una caratteristica, questa, presente fin dalle prime tue opere di carattere astratto. Visitando il tuo atelier ho avuto la conferma della coerenza delle tue ricerche formali e dell’inesauribile freschezza del tuo operato artistico e nel contempo ho avuto l’impressione di un tuo consapevole ricupero delle tradizioni artistiche estremo-orientali, di una comprensione più profonda dei loro valori fondanti, tra cui una importanza centrale è detenuta proprio dal vuoto come concetto, come percezione della realtà, come filosofia di vita e come criterio comportamentale. [Giovanni Peternolli]